Cos’è la rodiatura?

Il Rodio (simbolo Rh, numero atomico 45) è un metallo prezioso appartenente alla famiglia del platino. Questo metallo viene utilizzato per eseguire la cosiddetta rodiatura galvanica. Le leghe di oro bianco, infatti, se non rodiate, non avrebbero l’aspetto “bianco e brillante” che siamo abituati a vedere in gioielleria, ma si presenterebbero con un’ aspetto “giallognolo”.
Tramite il processo di rodiatura e previa sgrassatura molto accurata l’oggetto viene “rivestito” tramite un bagno galvanico di un sottilissimo strato di rodio dello spessore variabile, ma comunque nell’ ordine di pochi micron. Questo basta a conferire al gioiello l’aspetto “bianco e brillante” che tutti conosciamo.
La rodiatura galvanica non modifica in alcun modo le proprietà fisiche della lega d’ oro ed è solitamente molto resistente al tempo e all’ usura.
La rodiatura viene eseguita anche sull’argento che oltre a renderlo più brillante, cosa più importante ne combatte l’ossidazione. Teniamo sempre presente che un gioiello rodiato non va pulito con dei panni o liquidi abrasivi in quanto potrebbero portare via la rodiatura stessa. Operazione che può invece essere svolta su oggetti in argento “vivo” (non rodiati e non laccati).
Col passare degli anni però si potrebbe rendere necessaria una nuova rodiatura. Infatti, in modo particolare, nella parte bassa degli anelli con il passare del tempo si può manifestare un aspetto “giallognolo e opaco” (del tutto naturale) causato dall’ utilizzo e dall’eventuale abrasione dell’oggetto.
Consigliamo di fare rodiare il vostro anello almeno una volta l’anno per avere con una piccola spesa un gioiello “bianco e brillante” come se fosse stato appena acquistato.

Ricordiamo a chi ama l’oro bianco ma possiede gioielli in oro giallo che è possibile tramite la rodiatura farli diventare come voi li desideriate (procedura nella maggior parte dei casi reversibile); se un giorno vi stuferete, il vostro orafo di fiducia li farà tornare nel colore originale.

Questa voce è stata pubblicata in Curiosità del settore orafo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cos’è la rodiatura?

  1. Giulia scrive:

    Spettabile Riccioli,

    Mi domandavo se fattori quali il numero di pietre incastonate nel gioiello, le loro ridotte dimensioni e la loro vicinanza l’una con l’altra possano rendere più complesso il processo di rodiatura.
    Nel caso specifico parliamo di un anello in argento 925 con diversi zirconi, grandi e piccoli.
    E’ possibile rinnovare la rodiatura anche di un gioiello con queste caratteristiche?

    Grazie in anticipo,

    Giulia.

    • Gentile Giulia, il numero delle pietre, la loro dimensione e vicinanza non influiscono al buon risultato della rodiatura. Bisogna solo fare molta attenzione al tipo di pietra e al metodo di incastonatura. Un bravo orafo saprà sicuramente verificare se è possibile procedere al “rinnovo” del gioiello e valutare insieme a lei i vari “rischi”. Nel suo caso: “anello in argento 925 con diversi zirconi, grandi e piccoli”, non vi è alcuna difficoltà; ma consiglio di verificare se le pietre sono incastonate a regola d’arte. Alcune volte può capitare che le pietre non siano “incastrate” ma bensì incollate, questo complicherebbe di parecchio le cose.
      Spero che la nostra risposta le sia stata di aiuto, non esiti a contattarci ulteriormente per eventuali consigli o chiarimenti.

  2. Sabrina scrive:

    Wow… corro a recuperare i gioielli di colore giallo in mio possesso per farli diventare bianchi.
    Costerà tanto?

    • Gentile Sabrina, il costo della rodiatura dipende da diversi fattori, quali ad esempio:
      il peso ed il volume del gioiello, il tipo di pietre eventualmente incastonate, la presenza di eventuali smalti e l’usura del monile. Inoltre non va trascurata la professionalità dell’addetto ai lavori, l’attenzione con cui preparerà il gioiello alla rodiatura i materiali utilizzati per la lucidatura ed infine il tipo di rodio utilizzato. In ogni modo non vogliamo scoraggiarti. La cosa più semplice è andare da un orafo di fiducia e chiedere un preventivo.
      Ti possiamo anticipare che per un anello (solitario – trilogy – veretta) con diamanti incastonati, il prezzo si aggira intorno ai 18,00/20,00 (Euro). Ovviamente il prezzo fa riferimento ad un lavoro svolto a regola d’arte sia nel procedimento che nei materiali utilizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Tempo scaduto. Aggiorna il codice di controllo.